ThreeF

 

Come avevo già scritto in un post precedente, anche l’inverno é andato via senza lasciare molte tracce tra queste pagine. Non vi prometto di non riscrivere la stessa cosa tra 3 mesi. Un inverno lungo, freddo (mentre vi scrivo Parigi é avvolta in uno 0 gradi tondo tondo tondo…), pigro, scandito da un inesorabile avanzare verso giugno ed una nuova vita da accogliere ma allo stesso tempo una profonda necessità di starsene ferma, immobile illudendosi di fermare anche tutto il resto intorno. Il blog sonnecchia, molto più di me che da settimane sono presa da una stupida insonnia che toglie forze e slanci (e qui, i consigli sono davvero i benevenuti).

Mesi di cova quindi, sebbene in realtà i progetti che si agitano tra queste mura riinviano molto più verso immagini di enormi modificazioni e cambiamenti piuttosto che di immobili attese… ma di questo parleremo un’altra volta.

E per mesi non sono stata l’unica a covare. Federica di Marcello, Fausta Lavagna e Francesca Vaccari hanno immaginato, sognato e realizzato un progetto “visivo e sensoriale” come loro stesso lo definiscono, a cui sono molto orgogliosa di essere stata invitata a partecipare.

Oggi nasce ThreeF, una rivista online di food a di atmosfere. ThreeF come Food, Fancy Frames. Sfogliatela con calma, ricominciate per essere sicuri di non aver perso nemmeno un dettaglio e diteci cosa ne pensate…

Io intanto vi abbraccio, sperando che il vostro calore allontani tutto questo freddo…

ThreeF il blog.

Per sfogliare la rivista cliccate sulla foto .

 

20 thoughts on “ThreeF

  1. ciao Daniela, personalmente sono io che sono orgogliosa che tu abbia accettato con slancio di far parte di questo progetto nuovo ed ambizioso. Un grazie per averci messo a disposizione le tue capacità in campo culinario e fotografico.
    Oggi qui in Liguria siamo messi un po’ meglio che lì a Parigi.. però, essere a Parigi… vuoi mettere?
    Un abbraccio e davvero tanti tanti auguri per la tua “cova”.
    Ciao

  2. cara, l’ho visto, ti ho vista.
    Sfogliato, ammirato, pinnato, e come dicevo alla tua “collega” Marina, non vedo l’ora di poter vedere anche il prossimo!
    Un bacio grande (io invece dormirei sempre e ovunque!)
    r.

  3. Che piacere rileggerti!
    Complimenti per la partecipazione a questa bella rivista. Una partecipazione inevitabile per una persona fine ed elegante come te con due grandi talenti come la cucina e la fotografia.

  4. Meravigliosa quella rivista, piena di colori allegri, di splendide foto e di deliziose ricette. Lo stile, poi, lega benissimo con il tuo e mi fa tornare in mente un affascinante libro di cucina (intendiamoci, non sto dicendo che copiate ;)!) che sfoglio spesso in questi giorni ^_^!
    Un ritorno alla grande, insomma :D!

  5. la necessità di restarsene ferma…che profonda saggezza! e l’insonnia, per me peggiore di qualsiasi altra privazione, spesso mi si è rivelata premonitrice di piacevoli e inaspettati cambiamenti…chissà! 🙂
    la rivista è incredibilmente bella, tu sei incredibilmente bella!

  6. Sono qui per farti i miei più sentiti complimenti per il progetto Fhreef….ammirata e emozionata per voi voglio palesare il piacere…la mia felicità per le persone che inseguendo un sogno, lo hanno preso all’ amo…catturato!!
    Con piacere ti seguo e non ti lascio più!
    Io sono Gabila e spero…a molto presto!

  7. Che dirti Daniela? Quando accettasti di partecipare sentii che forse questo progetto poteva davvero cambiare le cose.
    Un semplice grazie, di cuore davvero.

  8. E’ bellissimo questo “libro” di ricette e foto, molto brave ragazze! 🙂 Sicuramente provero’ qualche ricetta. Invece, mi sarebbe piaciuto trovare i nomi dei marchi usati per le stoviglie e accessori, molto belli e per alcuni anche molto originali.. 🙂
    Riposati tanto, spero che la primavera sarà un po’ più serena per te..

  9. E’ davvero un progetto molto interessante, innovativo e stupendamente originale!
    C’è un bellssimo legame tra le ricette e le foto, che sembrano spiegare meglio delle parole l’attuazione delle ricette stesse…
    Sono contenta che tu ne faccia parte, e sono convinta che farai splendide cose, oltre quella più bella, che è la creatura che sta per arrivare.
    L’insonnia, mia cara, può accadere nelle tue condizioni, però non ti preoccupare che passarà presto ( aiutati con una bella tisana serale a base di erbe presa come in un rituale prima di andare a dormire).
    Spero di risentirti presto.
    Ti abbraccio, Carolina

  10. Un grazie di cuore anche da parte mia Daniela per il tuo prezioso contributo. Se il sogno è diventato realtà è anche merito tuo. Un bacione, buona settimana

  11. Ogni volta che lo sfoglio rimango sempre più colpita… sono onoratissima di lavorare con te, sei una persona fantastica e lo trasmetti dalle tue foto, dalle tue ricette e dall’atmosfera che crei in ogni scatto che fai! Un abbraccio!!!

  12. Mi è piaciuto molto leggere e sfogliare questo progetto, che belle foto e che belle ricette… A te posso solo dire come sempre brava, la tua torta e’ romantica ed elegante… Mi piace tanto …

  13. bellissimo lavoro…sono contenta di rileggere il tuo blog, è sempre interessabello ed interessante…felicitazioni vivissime per la nuova vita che arriverà…

  14. Cara daniela, finalmente! Cominciavo a essere un po’ in pensiero. E invece covavi sorprese, e che sorprese! La rivista è splendida, complimenti a te e alle ideatrici. E la sorpresa più preziosa che intanto cresce… una promessa di felicità. Un bacio.

  15. Anche io ti ho cercata a lungo su queste pagine, un pò preoccupata un pò lo sentivo che stavi covando qualcosa!!! Bellissimo il progetto , poetica e delicata come sempre la tua partecipazione…aspetto con ansia il prossimo numero 🙂

    un bacio alla pancia

  16. ma che bello l’ho letto e riletto quasi quasi lo stampo… :-)da conservare soprattutto perche cé’la tua ricetta!!!! un bacio grande

  17. mi devi scusare ma ero persa questa splendida notizia che in questo momento supera la bellezza di questa iniziativa che porti nel tuo post. Che bello un altro bimbo, le sorelline saranno entusiaste!!! per l’insonnia come ti capisco, succedeva anche a me, aprivo gli occhi alle 4.00 e non li richiudevo più. unica soluzione era dormire il pomeriggio o andare molto presto a letto la sera. Ma ormai è un ricordo lontano. Ti abbraccio cara Daniela e un bacio alla pancia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *